Box

Controllo remoto TCP/IP

 Alunno: Daniele Dentone

Descrizione del progetto
I dati rilevati sono la temperatura , l' umidità e la qualità dell'aria.

  • temperatura : AD590
  • umidità : HIH-3610 Series (Honeywell)
  • qualità dell'aria :TGS2600 (Figaro)

Il cuore del sistema e la scheda PICDEM.net della Microchip.

Questo progetto nasce dall’evoluzione di un precedente modello con rilevazione della temperatura tramite un microcontrollore PIC 16F877.
Il progetto utilizzava una sonda di temperatura, l’AD590 che acquisiva il valore di temperatura, convertito tramite un convertitore analogico digitale e trasportato in temperatura per essere visualizzato su un display LCD gestito dal microcontrollore.
Il progetto attuale presenta numerose migliorie rispetto al precedente, a partire dal microcontrollore, non più un 16F877 bensì un 18F452 dotato di maggiori risorse interne e superiori capacità di memorizzazione.
Oltre alla temperatura le grandezze rilevate, sono umidità e qualità dell’aria.
Per la rilevazione di umidità è stato utilizzato un HIH3610, sensore che presenta un’uscita in tensione proporzionale al tasso di umidità, per la qualità dell’aria è stato utilizzato un TGS2600, con in uscita un valore di resistenza variabile a seconda della presenza o meno di inquinanti nell’aria.
A differenza del precedente progetto, i valori rilevanti vengono sì convertiti e adattati alle grandezze fisiche che rappresentano, ma stavolta invece di essere visualizzati su un display lcd, vengono visualizzati in una pagina Web caricata all’interno di una memoria EEPROM seriale montata on-board sulla piastra del pic.
La pagina web è accessibile puntando direttamente all’indizzo IP della scheda, oppure da una pagina visibile dall’esterno.
Quindi è possibile visualizzare, da qualsiasi postazione computerizzata connessa ad Internet, le rilevazioni ambientali, aggiornate ogni due secondi.
Modificando ulteriormente il codice sorgente del programma caricato sul pic è anche possibile esercitare comandi a distanza, come ad esempio accendere dei dispositivi di condizionamento del sistema controllato unitamente ad altre possibili opzioni.

Pubblicata il 18-08-2016