Box

Incontri su Giorgio Perlasca

perlasca

“Vorrei che i giovani si interessassero a questa mia storia unicamente per pensare, oltre a quello che è successo, a quello che potrebbe succedere e sapere opporsi, eventualmente, a violenze del genere.” (Giorgio Perlasca)


In programma due incontri legati alla storia di Giorgio Perlasca, Giusto tra le nazioni, in occasione della Giornata della Memoria 2022, nell’ambito dei progetti di educazione civica promossi dall’istituto “Natta – Deambrosis” di Sestri Levante.

Le classi interessate al progetto sono tre del liceo scientifico: 3A – 4A – 5A.

GIOVEDI’ 3 FEBBRAIO dalle ore 10.35 alle ore 12.15: incontro in collegamento con Sara Rattaro, scrittrice, autrice del libro “I miracoli esistono. La storia di Giorgio Perlasca”.

Il libro, letto nelle scorse settimane dagli studenti, con una scrittura appassionata ed empatica, tesse i racconti della testimone della seconda guerra mondiale Brigitte, ebrea ungherese da molti anni in Italia e della giovane Alice, fra passato e presente, fra le ombre atroci della Shoah e i conflitti dell’adolescenza. Sul filo della memoria e, soprattutto, grazie all’esempio di coraggio ed eroismo di Giorgio Perlasca, Alice saprà finalmente chi diventare.
Sara Rattaro è autrice, tra gli altri successi, di L’amore addosso, Andiamo a vedere il giorno e Una felicità semplice (Sperling & Kupfer, 2017, 2018 e 2021). Laureata in Biologia e Scienze della comunicazione, ha conseguito il master in divulgazione scientifica “Rasoio di Occam” e ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. È oggi una delle più note scrittrici italiane, accolta con grande successo da librai, lettori e critica. Nel 2017 ha scritto per Mondadori il suo primo romanzo per ragazzi, Il cacciatore di sogni, nel 2019 Sentirai parlare di me e, nel 2020, La formula segreta.

GIOVEDI’ 10 FEBBRAIO dalle ore 10.35 alle ore 12: incontro in collegamento con Franco Perlasca, presidente della Fondazione Perlasca, figlio di Giorgio.

Giorgio Perlasca, Giusto tra le nazioni, salvò, a Budapest, più di 5000 ebrei durante la Shoah, fingendosi Jorge Perlasca, console spagnolo. Perlasca sfidò il governo ungherese nazista riuscendo ad ospitare nelle case di protezione migliaia di ebrei di origine sefardita. Rilasciò migliaia di finti salvacondotti che conferirono la cittadinanza spagnola agli ebrei, arrivando a strappare letteralmente dalle mani delle Croci frecciate i deportati sui binari della stazione ferroviaria. Rischiando la propria vita e perdendo tutti i propri averi ritornò in Italia e la sua storia rimase nascosta fino al 1987 quando i coniugi Lang, durante un viaggio in Italia, riuscirono a scoprire dove viveva Perlasca. Giorgio Perlasca è morto il 15 agosto del 1992. È sepolto nel cimitero di Maserà a pochi chilometri da Padova. Ha voluto essere sepolto nella terra con al fianco delle date una frase: “Giusto tra le Nazioni”, in ebraico.

Due incontri su Perlasca al Natta Deambrosis (da Il Secolo XIX del 30/01/2022)

Il figlio di Perlasca e il Natta (da Il Secolo XIX dell'11/02/2022)

Da don Alberto Gastaldi

Pubblicata il 31-01-2022